finanza

    Contenuti

    Italia Oggi
    Rischio reati, Odv in allerta Controllo costante per prevenire responsabilità ex 231

    Di Avv.Prof. Stefano Loconte e Avv. Giulia Maria Mentasti

    Alert per gli organismi di vigilanza, chiamati a un controllo costante non solo sul rischio sanitario ma anche su quello di infiltrazioni mafiose.

    E’ quanto emerge dal documento pubblicato dal CNDCEC, avente a oggetto “Vigilanza e modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/2001 nell’emergenza sanitaria”, che i nostri professionisti Stefano Loconte e Giulia Maria Mentasti hanno illustrato per Italia Oggi7. Sia il rischio sanitario che quello di infiltrazione criminosa comportano conseguenze non solo sul piano della responsabilità penale individuale, ma anche in relazione a un possibile coinvolgimento dell’impresa ai sensi del d.lgs. 231/2001, divenendo così centrale il ruolo dell’OdV,  a cui è affidato il compito di monitorare l’adeguatezza e il corretto funzionamento del modello e di curarne l’aggiornamento

    Trovate l’articolo completo su Italia Oggi di Lunedì 11 Maggio, pag.6

    In alternativa, trovate il PDF scaricabile della singola pagina qui a seguito.

    IO7-11.5 (Download)

    IFN Islamic Finance News
    Which rules for Italian market to open the door to Islamic financial instruments?

    LOCONTE& PARTNERS PER IFN ISLAMIC FINANCE NEWS

    L’ultimo contributo dell’Avv. Prof Stefano Loconte  pubblicato su Islamic Finance news Volume 17 Issue 18 del 6 Maggio 2020 commenta una serie di regole che si applicano ai strumenti finanziari islamici in Italia.

    “La possibilità di offrire prodotti finanziari islamici, sia per gli istituti italiani che per quelli islamica in Italia, è una prospettiva reale che deve essere presa in considerazione per espandere le possibilità del nostro paese di attrarre nuovi investimenti, e garantire agli investitori una diversificazione dei prodotti”

    Potete leggere l’articolo online (in Inglese) al seguente link: https://www.islamicfinancenews.com/which-rules-for-italian-market-to-open-the-door-to-islamic-financial-instruments.html?access-key=acb6ae8893c33e5d6e4137df1af36760

    In alternativa trovate la singola pagina in PDF è scaricabile a seguito.

    Italia Oggi
    Riciclaggio, lo scudo non copre. Scatta il reato se si scherma la provenienza del denaro.

    Linea dura della Cassazione sul reimpiego dei proventi illeciti ricorrendo a condotte lecite

    Di Avv. Prof Stefano Loconte e Avv. Giulia Maria Mentasti

    Lo scudo non protegge dalla condanna per riciclaggio: è quanto stabilito dalla sentenza n. 7257/2020 della seconda sezione penale della Corte di cassazione, che i nostri professionisti Stefano Loconte Giulia Maria Mentasti hanno commentato per ItaliaOggi 7. Nel caso concreto è stato ritenuto irrilevante ai fini della sussistenza del riciclaggio che le singole operazioni poste in essere, e in particolare l’utilizzo dello scudo fiscale, il deposito su conti cointestati, e la donazione delle somme fossero tutte lecite; accertata la finalità di schermare la provenienza delittuosa del denaro, sussiste il reato di riciclaggio anche se l’evasione fiscale risale a decenni precedenti, e pure se si tratta di somme regolarmente scudate prima di essere fatte rientrare in Italia.

    Trovate l’articolo completo su ItaliaOggi7 uscito lunedì 14 Aprile 2020, pag.17 a cura del nostro studio. A seguito il PDF scaricabile.