Economia e finanza

    Contenuti

    See all
    LIBERO
    Titoli di Stato esentasse servono più della patrimoniale

    Di Avv. Prof. Stefano Loconte

    Alcuni numeri: nel 2019 il valore della ricchezza investibile degli italiani era pari a circa 3.145 miliardi di euro. Di questi, il 40% allocati in liquidità (circa 1.296 miliardi),altri 270 miliardi investiti direttamente in obbligazioni, di cui 120 in titoli di Stato italiani. Altri 1.500 miliardi circa erano investiti in fondi comuni, gestioni patrimoniali e polizze assicurative.

    Da tali numeri emerge altresì che, quando gli italiani decidono in via autonoma di investire direttamente in titoli, sembrano avere una predisposizione all’investimento in titoli di Stato italiani vicina al 45% (come detto, ben 120 miliardi).

    Facendo alcune ipotesi, si può stimare che la quota di ricchezza investibile, potenzialmente destinata ad investimenti obbligazionari, sia di circa 900 miliardi di euro. Si tratta di un mercato, seppur teorico, enorme per debito pubblico italiano.

    L’idea sarebbe di emettere titoli di Stato italiani a lungo termine (25/30 anni, non perpetui) resi competitivi, rispetto a strumenti equivalenti, da alcune esenzioni fiscali applicabili a residenti in Italia o a cittadini italiani ovunque residenti, definiti “generational bond”. Questi titoli avrebbero infatti come caratteristiche: a) l’esenzione dall’imposta di donazione e successione in linea discendente riservata alle persone fisiche che si consolida al V anno continuativo di possesso;  b) stesso meccanismo per l’esenzione sul capital gain; c) negli ultimi 5 anni prima della scadenzale esenzioni valgono in proporzione al periodo rimanente salvo il riacquisto di titoli di Stato entro 30 giorni per completare il periodo di 5 anni.

    In sostanza, verrebbe utilizzata la leva fiscale per convogliare l’enorme risparmio degli italiani verso i titoli del debito pubblico nazionale e, così facendo, consolidando e rafforzando il bilancio dello Stato e, quindi, il supporto alla ripresa economica. Il tutto senza bisogno di patrimoniali e senza intaccare la fiducia degli italiani, l’elemento più importante su cui fondare la ripresa economica!

    Trovate l’articolo completo su Libero Economia del 2 Giugno 2020, pag. 15

    In alternativa è disponibile la versione PDF scaricabile a seguito. (Download)

     

    Italia Oggi
    Isa, deroghe a misura di crisi. Possibili nuovi casi di esclusione e metodologie ad hoc.

    Di Avv. Prof. Stefano Loconte e Avv. Chiara De Leito

    ISA 2020-202: gli effetti economici della pandemia non valgono quale causa di esclusione automatica degli Indici.

    I nostri professionisti, Stefano Loconte e Chiara De Leito, hanno analizzato per Italia Oggi7 i correttivi introdotti dal Decreto Rilancio

    Trovate l’articolo completo su Italia Oggi 7 di Lunedì 1 Giugno, pag.5

    In alternativa è disponibile il PDF della singola pagina a seguito (Download)

    Italia Oggi
    Niente credito per chi ha evaso: finanziamenti solo per chi ha estinto i debiti tributari

    Di Avv.Prof. Stefano Loconte e Avv. Giulia Maria Mentasti

    L’emendamento al decreto Liquidità, approvato in commissione finanze e attività produttiva della camera, prevede che delle garanzie statali non potranno usufruire i grandi evasori fiscali, per i quali, unitamente a condanna per un reato tributario intervenuta negli ultimi 5 anni, sono scattate le pene accessorie, come l’interdizione dai pubblici uffici.

    I nostri professionisti Stefano Loconte e Giulia Maria Mentasti illustrano per ItaliaOggi di Sabato 23 Maggio la previsione alla luce della normativa penal tributaria e delle pronunce della Cassazione in materia: ovvero sarà ammesso ai finanziamenti unicamente chi abbia estinto i propri debiti con il Fisco o abbia patteggiato una pena al di sotto dei 2 anni

    Trovate l’articolo completo su ItaliaOggi di Sabato 23 Maggio,  pag.23.

    In alternativa a seguito il PDF scaricabile della singola pagina. (Download)